LA CHIUSURA PERFETTA PER OGNI CONDIMENTO: SCOPRI QUELLA PIÙ ADATTA AL TUO PRODOTTO

tapigroup 28 Dicembre 2020 0

Scegliere la giusta chiusura è importante per preservare al meglio il tuo olio d’oliva, aceto balsamico o altra tipologia di condimento.

Anche nel mondo condimenti è fondamentale prestare attenzione alla tipologia di chiusura per sigillare il prodotto.

Nel mercato dei condimenti esistono diverse tipologie di prodotti suddivisi su diversi segmenti di posizionamento per qualità e prezzo. L’olio extra vergine d’oliva, la nuova categoria di oli “ultra premium”, gli aceti balsamici tradizionali e quelli IGP ad esempio sono tutti prodotti di fascia elevata che si distinguono per i loro meticolosi processi produttivi e per l’attenzione ai dettagli.

In un contesto di questo tipo, dove la concorrenza è sempre più alta e le esigenze sempre in evoluzione, il packaging diventa la chiave per distinguersi. La bottiglia, così come la chiusura, non funge più da mero involucro, bensì si trasforma in strumento di marketing e di vendita. A maggior ragione, trattandosi di condimenti premium o ultra-premium è importante che il packaging sia in grado di preservare le caratteristiche organolettiche del prodotto, senza intaccarle in alcun modo.

Un piccolo passo indietro

Le prime testimonianze sull’utilizzo dell’olio risalgono al 4000 a.C., in Armenia e Palestina, ma anche in India. Fu però nel 2500 a.C. che i Greci diffusero la coltivazione degli ulivi nelle zone mediterranee, cominciando così la storia del condimento come la conosciamo oggi. Più o meno nello stesso periodo, si hanno le prime tracce di produzione dell’aceto.

Entrambe le tradizioni furono portate avanti dagli Antichi Romani, conosciuti come amanti dei banchetti, fino ad arrivare ai giorni nostri con un solido attaccamento alla tradizione, seppur alla costante ricerca di innovazione.

Il packaging nel mondo condimenti

In linea di massima, i condimenti non amano molto la luce. Soprattutto gli oli premium, infatti, vengono racchiusi in bottiglie scure per far sì che il contenuto si preservi nel tempo. Si tratta quindi di liquidi delicati, che meritano la giusta cura anche nella chiusura.

Proprio per questo motivo, in Tapì abbiamo creato una linea di tappi versatori pensati per oli e aceti premium ed ultra-premium. Si tratta prettamente di tappi a T con un versatore al proprio interno che garantisce una versata perfetta, tagliando la goccia e senza sprechi.

I tappi versatori: cosa sono e perché sceglierli

Come spiegato poco sopra, i tappi versatori sono dei tappi a T che hanno un versatore incorporato al proprio interno. La scelta di questo tipo di chiusura per i propri condimenti permette di ottenere un perfetto dosaggio, con un’incredibile esperienza d’uso, e allo stesso tempo offrire una protezione ideale al prodotto. Il tutto senza dimenticare l’originalità e l’impatto estetico del tappo.

All’interno della gamma Collection firmata Tapì è possibile trovare molteplici tipologie di chiusure dotate di versatore, che possono essere totalmente personalizzate sia nella testa, sia nel gambo. Vediamoli insieme di seguito.

Alu-Mix

Alu-Mix Tapì è la chiusura bar top in modalità versatore con testa in alluminio e gambo in materiale sintetico. Tra le personalizzazioni disponibili troviamo:

  • Top e / o side embossing,
  • Top debossing,
  • Top e / o side print,
  • Wet effect
  • Diamond side embossing.

La testa in alluminio può essere personalizzata in qualsiasi colore e il gambo versatore può essere in materiale sintetico oppure creato mediante NEOS, la tecnologia innovativa Tapì che utilizza polimeri da fonte rinnovabile, riducendo così l’impronta di carbonio del prodotto.

Ghost Charm

Ghost Charm è la chiusura bar top in modalità versatore con testa in alluminio e gambo in materiale sintetico trasparente. Differisce da Alu-Mix per il materiale del versatore, mentre le personalizzazioni possibili sulla testa sono le medesime.

Ghost Classic

Ghost Classic è la chiusura bar top in modalità versatore con testa in legno e gambo in materiale sintetico trasparente, in grado di completare il packaging con un design essenziale. Tra le personalizzazioni disponibili:

  • Top e / o side print,
  • Medaillon,
  • Laser,
  • Fire branding,
  • Top e / o side color filling.

I legni con cui è possibile creare Ghost Classic sono il faggio, il frassino e il rovere, con possibilità di finitura lacquering, tumbling o soft touch.

Ghost Crystal

Ghost Crystal è una chiusura bar top in modalità versatore con testa e gambo in materiale sintetico trasparente. Per sua stessa natura, su questa tipologia di tappo non sono previste personalizzazioni.

Mono-Mix

Mono-Mix è la chiusura bar top in modalità versatore con testa e gambo in materiale sintetico. Tra le personalizzazioni disponibili troviamo:

  • Top embossing,
  • Top debossing,
  • Top hot stamp,
  • Smooth side.

Anche in questo caso è possibile personalizzare il colore secondo la propria personale palette ed il versatore è disponibile anche con tecnologia NEOS.

Di Mono-Mix abbiamo creato anche una versione Mini, con gambo da 13, 14 o 16 mm.

Starlight Mix

Starlight Mix è la chiusura bar top in modalità versatore con testa in materiale sintetico trasparente e gambo in materiale sintetico saldati a ultrasuoni. Molte le personalizzazioni disponibili:

  • Top head e / o side print,
  • Under head print,
  • Top leg hot stamp,
  • Medaillon,
  • Customized leg color,
  • Transparent ring,
  • Metallic ring.

Anche in questo caso è possibile prediligere la versione versatore con tecnologia NEOS. Inoltre, è possibile creare delle sfumature speciali di brillantezza a partire dalla testa. Puoi approfondire qui.

T-Mix

T-Mix è la chiusura bar top in modalità versatore con testa e gambo in materiale sintetico. Le personalizzazioni disponibili sono:

  • Top print,
  • Bordolese,
  • Clear white.

Questa chiusura può essere customizzata a livello di colore sia nella testa che nel gambo, il quale può anche essere creato attraverso la tecnologia NEOS.

W-Mix

W-Mix è la chiusura bar top in modalità versatore con testa in legno e gambo in materiale sintetico. Di seguito le personalizzazioni disponibili:

  • Top e / o side print,
  • Medaillon,
  • Laser,
  • Fire branding,
  • Top e / o side color filling.

I legni con cui è possibile plasmare W-Mix sono il faggio, il frassino e il rovere, con possibilità di finitura lacquering, tumbling o soft touch. W-Mix è disponibile anche in versione Mini, con gambo da 13, 14 o 16 mm.

Infine, è di recente nato un nuovo prodotto: frutto dell’unione di due dei nostri bestseller: Starlight Mix Ghost Edition. Interamente realizzato in materiale sintetico trasparente. Richiedi informazioni.

In conclusione

In Tapì abbiamo creato molteplici tappi versatori che possono essere utilizzati nel mondo condimenti. Tra i vantaggi degli stessi, ricordiamo sicuramente la versata perfetta, continua e senza riflussi, ma anche la massima tenuta e capacità di preservazione del liquido.

Contattaci per avere maggiori informazioni.

NUOVE OPPORTUNITÀ PER LA CREAZIONE DI UN PACKAGING DESIGN UNICO. INTERVISTA A MARCOS RAMOS SILVEYRA, DIRETTORE VENDITE TAPÌ SUD AMERICA.

tapigroup 15 Dicembre 2020 0

Le tendenze principali che ravviso nel mercato degli spirit si possono riassumere in due parole: differenziazione e premiumizzazione, intesa come un incremento nella domanda di prodotti sempre più differenziati.

Lo dimostra la nostra collaborazione con aziende di rilievo nel panorama internazionale, come la Owens Illinois in Colombia, che ad oggi produce bottiglie della migliore qualità in Sud America. Tale richiesta di prodotti di qualità è adatta all’offerta di Tapì, perché i nostri punti di forza sono il design e la capacità di personalizzazione dell’offerta sul singolo cliente. Un terreno decisamente fertile per la nostra azienda, in un mercato che valorizza questo livello di qualità.

Vedo Tapì come una grande, potente famiglia, che ha grandi possibilità di espansione. L’80% dei produttori del Sud America non ha ancora una soluzione nazionale, né continentale per la fornitura di tappi per i propri prodotti. Questo la dice lunga sulle opportunità che un’azienda come la nostra può individuare e cogliere nel mercato continentale. È il caso del Brasile, il più grande paese del Sud America, la cui produzione di distillati è superiore a quella di tutti gli altri paesi del continente messi insieme. In questo caso, la sfida consiste nel fatto che il 99% della produzione di spirit come l’aguardiente e la cachaça è destinato al consumo interno, quindi il livello di consapevolezza del marchio è piuttosto basso in tutta la gamma. Ma se questi superalcolici cessassero di essere considerati un prodotto di fascia medio-bassa, potremmo avviare un dialogo molto proficuo con i produttori. Altre opportunità interessanti sono costituite dal pisco cileno, il distillato di uve autoctone, per il quale vi è una forte richiesta. E poi c’è il rum, sempre molto ambito all’estero.

Tapì deve correre il rischio di convertire ogni sua succursale da locale a globale. Credo che dovremmo identificare tutti i distaccamenti aziendali attraverso un’unica immagine corporate, parificando le potenzialità del marchio e dei servizi dei vari distretti produttivi, a prescindere dalla loro sede.

Un cliente del Regno Unito non dovrebbe preoccuparsi di richiedere i servizi da Tapì Italia o da Tapì America o Sud America. Siamo un’azienda internazionale, quindi dobbiamo rendere tale anche i nostri prodotti, attraverso una strategia di branding sempre più forte e coerente.

Scopri di più

IL TREND DELLA PREMIUMIZZAZIONE NEL MONDO BEVERAGE

tapigroup 14 Dicembre 2020 0

Distillati, liquori, vini e non solo. I prodotti premium saranno i favoriti nel 2021.

L’ancora attuale pandemia da COVID-19 sta influendo non solo sulla vita quotidiana e lavorativa, ma anche su alcuni mercati globali tra cui quello delle bevande alcoliche. La tendenza di questi ultimi anni era già rivolta alla premiumizzazione, con una maggior ricercatezza nelle materie prime e nella creazione di ricette innovative, ma con il COVID-19 che sta influenzando gli sviluppi di diversi settori, tale trend si è ancor più accentuato nei mondi distillati, liquori e vino.

Una recente analisi di mercato, a cura di IWSR, ha pubblicato un rapporto globale che esamina i driver e gli agenti del cambiamento che stanno plasmando l’intera industry degli alcolici. Questa ricerca ha identificato alcune macro-tendenze chiave da tenere d’occhio. Vediamole in seguito.

Sofisticazione e Premiumizzazione

La ricerca dell’autenticità è resa possibile da una maggior conoscenza da parte del consumatore e dal potere di spesa. Oggi la tendenza è quella di bere meno, ma meglio e dal report sono emersi i seguenti dati:

  • Gli alcolici premium e super premium aumenteranno la propria quota di mercato del 13% entro il 2024, poiché i consumatori continueranno a privilegiare la qualità rispetto alla quantità;
  • In termini di valore, la Cina risulta il più grande mercato mondiale di vini e liquori premium e a seguire si collocano gli Stati Uniti;
  • In entrambi i Paesi si prevede che i brand di alcolici premium aumenteranno la quota di mercato, in termini di volume, di circa un punto percentuale tra il 2019 ed il 2024.

Tutti questi dati ci fanno comprendere che la premiumizzazione è tutt’altro che un trend in esaurimento. Anzi, sarà protagonista del 2021 e del prossimo futuro.

Tradizioni in evoluzione

La tradizione, ad oggi, va sempre più a braccetto con l’innovazione. In questi ultimi anni c’è stato un cambiamento generazionale nel comportamento degli acquirenti. Oggi sono i Millennials a guidare il mercato, una categoria di consumatori nati nell’era della globalizzazione, attaccati all’etica e ai valori.

Dal report IWSR sono emersi alcuni fattori che evidenziano come la pandemia stia modificando i comportamenti d’acquisto.

L’adattamento alle restrizioni e alle chiusure di bar e ristoranti ha costretto i consumatori, specialmente tra le giovani generazioni, a formare nuove abitudini di consumo che persisteranno anche nel prossimo futuro, con bevande da asporto in formati per loro convenienti.

Tra le categorie di alcolici che dovrebbero continuare a cavalcare la tendenza della premiumizzazione troviamo la tequila, cresciuta del 15% annuo tra il 2015 ed il 2019, ma anche altri distillati già popolari come il gin o il rum, e in generale tutti gli aperitivi, i prodotti ready-to-drink e vini.

Salute e consumo etico

Infine, la premiumizzazione sarà facilmente associabile alla salute al consumo etico. Il COVID-19 ha portato i consumatori verso una maggior attenzione al benessere personale, ma anche ad una consapevolezza sull’impatto ambientale di ogni singola scelta.

Ecco, quindi, che il consumatore diventa più moderato, riducendo il volume e le occasioni, ma prediligendo bevande di qualità superiore con l’idea che siano più sane. Inoltre, grazie alla crescente offerta di bevande a basso o zero contenuto di alcool, l’acquirente ha oggi più possibilità di prestare attenzione alla propria salute personale.

A proposito di tali bevande, la birra analcolica aumenterà la sua quota del 4,45% entro il 2024, proprio per il desiderio dei consumatori di sperimentare.

Da menzionare il vino biologico che prenderà sempre più piede nei seguenti territori: Francia, Germania, Regno Unito, Svezia, Giappone e Stati Uniti.

In conclusione

La premiumizzazione nel mondo delle bevande alcoliche è un trend che ci accompagna già da diversi anni e il COVID-19 non ha fatto che accentuare le esigenze di maggiore qualità da parte dei consumatori finali.

Chiaro è che distillati e vini premium meritano packaging unici ai fini di distinguersi dalla massa. Ecco perché in Tapì siamo alla costante ricerca di nuove soluzioni di chiusure dedicate a chi opera in questo settore. Dalla gamma Signature, composta da tappi creati con materiali pregiati (prettamente legno e ceramica) e personalizzati con finiture artigianali, alla linea Collection, dove design, innovazione e tecnologia danno vita a tappi esclusivi in grado di completare in modo perfetto il packaging di ogni prodotto, passando per Revò, il laboratorio creativo di Tapì dal quale nasce Mekano, il tappo innovativo a chiusura meccanica, fino a LEI, l’anima sostenibile di Tapì che comprende prodotti, tecnologie e best practices aziendali in ambito green.

Contattaci per saperne di più sulle nostre soluzioni di chiusure!